La popolarità di Instagram non accenna a diminuire: le aziende sono quindi molto attente ed interessate a sviluppare la loro presenza sul social, così come lo sono le agenzie di comunicazione e digital.

 

Attraverso i contest su Instagram i marketing manager possono raggiungere obiettivi importanti:

– aumentare l’engagement con i propri follower

– incrementare il numero di follower

– fidelizzare i follower già acquisiti

– accrescere la brand awareness

 

Ogni giorno vengono lanciati su Instagram contest e giveaway, ma la maggior parte di essi sono “illegali”. I contest su Instagram sono dei veri e propri concorsi a premi soggetti alle normative vigenti ed ai T&C di Instagram.

 

Le regole per organizzare un contest legale su Instagram in Italia

Per realizzare un concorso a premi legale su Instagram è necessario rispettare:

– la legge italiana sulle manifestazioni a premio

– le indicazioni fornite dal Ministero dello Sviluppo Economico

– le condizioni d’uso di Instagram

– il GDPR – Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati

 

Per esigenze di sintesi, tralasciamo di trattare IL GDPR, vediamo le altre regole.

 

La legge italiana e le FAQ del MiSE

La norma che disciplina i concorsi a premio (anche quelli sui social) è il D.P.R. 26 ottobre 2001, n. 430, promulgata quando non esistevano i social network e, per tale motivo, integrata nel tempo dalle indicazioni fornite dal Ministero dello Sviluppo Economico e raccolte nelle loro FAQ. Ecco la sintesi.

 

1) L’associazione di Instagram al contest

Se il contest viene realizzato unicamente su Instagram, questo deve essere associato al concorso, cosa che implica una condivisione di responsabilità tra il promotore ed il social network. Instagram tuttavia, come scritto nei T&C, rifiuta qualsiasi assunzione di responsabilità. Per realizzare un contest senza associare Instagram ci sono quindi due opzioni:

  1. a) riservare la partecipazione al contest agli utenti che siano già iscritti a Instagram prima dell’inizio del concorso a premi
  2. b) offrire canali di partecipazione alternativi ad Instagram (per esempio, il sito web aziendale)

 

2) Server e salvataggio dei dati

I dati di partecipazione al concorso a premi (foto, video, commenti ai post, etc.) devono risiedere su un server ubicato in territorio italiano. Ma in un Instagram contest le partecipazioni avvengono sulla piattaforma social che risiede su un server ubicato all’estero. Per essere in regola è necessario implementare un sistema di mirroring o analogo che salvi i dati di partecipazione al concorso su un server ubicato in territorio italiano.

 

3) Software che gestisce fasi eliminatorie e/o di individuazione vincitori

Se vi sono fasi eliminatorie e/o operazioni di individuazione dei vincitori gestite attraverso un software (per esempio un algoritmo instant win oppure un sorteggio elettronico) queste devono necessariamente avvenire su server allocato in Italia.

 

4) Perizia tecnica del software

Il promotore dovrà presentare una perizia tecnica dettagliata del sistema sia in caso di server allocato all’estero assistito da sistema mirror o analogo, sia per il software che gestisce le eventuali fasi eliminatorie e le operazioni di individuazione dei vincitori.

 

5) Adempimenti amministrativi

Come per qualsiasi concorso a premi, anche per un Instagram contest i soggetti promotori devono assolvere i seguenti adempimenti:

  1. stesura del Regolamento
  2. predisposizione di una cauzione pari al 100% del valore del montepremi
  3. invio della Comunicazione di svolgimento di concorso a premio al Ministero dello Sviluppo Economico tramite il portale www.impresainungiorno.gov.it
  4. assegnazione dei premi alla presenza di un notaio o Funzionario della Camera di Commercio
  5. verbalizzazione della chiusura del concorso a premi con il notaio o Funzionario della Camera di Commercio
  6. invio della Comunicazione di Chiusura Concorso a Premio al MiSE

 

Le condizioni d’uso di Instagram

Instagram non è pubblico, è una piattaforma privata il cui “proprietario” ha stabilito delle regole per organizzare le attività promozionali su di essa. In caso di inosservanza, Instagram potrebbe disabilitare l’account creando problemi alla meccanica del concorso di cui la società promotrice dovrà rispondere. La limitazione più importante contenuta nei T&C è la seguente:

 

“È vietato taggare in modo inaccurato i contenuti o incoraggiare gli utenti a farlo (ad esempio, è vietato invitare le persone a taggarsi in una foto in cui non sono presenti)”

Se vuoi approfondire, clicca sul link seguente “Linee guida sulle promozioni” di Instagram.

 

Conclusioni

Per realizzare un contest legale su Instagram ed essere sicuri di non incorrere in sanzioni (o pessime figure con i propri follower) è opportuno rivolgersi ad una Agenzia Specializzata. Ce ne sono diverse che operano nel Nord Italia, solo poche sono realmente competenti ed affidabili, ma puoi trovare facilmente un aiuto concreto a costi accessibili. Scegli con cura!

 

Massimiliano Ferrari – CEO & Founder di Max Marketing

Condividi

Scrivici, sarai ricontattato quanto prima da un nostro incaricato