Le conseguenze alla crisi sanitaria, sul territorio non sono solo economiche ma anche sociali perché il commercio di prossimità, fondamentale per diverse fasce di popolazione, rischia di scomparire se non si adegua ai nuovi comportamenti di consumo. In un momento dove tutta l’Italia si deve rialzare, è necessario avere strumenti innovativi per stimolare la ripresa per quelle categorie di attività commerciali che caratterizzano e distinguono il tessuto economico del nostro territorio. La tecnologia digitale, con sito dedicato ed eCommerce integrati, può rivelarsi un grande supporto allo sviluppo del retail tradizionale di prossimità dando vita ad un sistema «retail-centrico» che valorizza il Punto Vendita fisico, rivolgendosi ai consumatori che gravitano nel bacino d’utenza ma aprendosi anche a tutta la platea On-Line.

I punti chiave sono:

  • La valorizzazione del punto vendita fisico mettendo a disposizione una modalità di fidelity digitale basata sugli acquisti e sulla frequenza in logica punti / sconti / bonus
  • L’attivazione di un e-Commerce dedicato per ciascun esercente, senza logica di aggregazione prodotti, evitando così la concorrenza sul prezzo ma focalizzandosi sul prodotto o servizio erogato
  • La possibilità di costruire un vero e proprio Centro Commerciale di PROSSIMITA’, insieme alle attività commerciali della propria strada, quartiere o zona
  • Essere in grado di supportare lo sviluppo della strategia digitale, consentendo di attuare le filosofie e le politiche di Localismo dando priorità e sostenendo le realtà locali

 

ALCUNE CONSIDERAZIONI RISPETTO AL CONTESTO

La situazione attuale mostra chiari segnali verso 3 punti chiave quali trend di sviluppo:

  1. La prossimità diventa la parola d’ordine
  2. Il negozio assume un ruolo di relazione
  3. È necessario conoscere al meglio il consumatore

 

La crisi sanitaria che stiamo vivendo ha fatto da catalizzatore verso processi già in atto, infatti questi eventi hanno scatenato alcune reazioni importanti per lo sviluppo e l’evoluzione dei futuri modelli di business:

  • Per quanto riguarda i negozi fisici, sono numerosi gli attori, che si sono avvicinati per la prima volta all’ eCommerce
  • Ancora più numerosi sono i negozi di quartiere che hanno iniziato a lavorare anche con strumenti digitali meno evoluti
  • Gli italiani, costretti in casa in quarantena forzata, volente o nolente, hanno dovuto familiarizzare con il canale della vendita online, diventando evidentemente un punto di riferimento

 

COSA CI ASPETTIAMO DALLA RIPRESA?

Sempre di più la volontà e la tendenza ad integrare il canale fisico con quello digitale. I negozi tradizionali di vicinato hanno ormai la consapevolezza che è assolutamente importante mantenere e consolidare la vicinanza ed il rapporto con i propri consumatori, utilizzando tutte le possibilità che offre il canale digitale. Anche le barriere, che erano presenti in molti consumatori italiani nei confronti degli acquisti digitali, sono cadute e quindi possiamo aspettarci che il digitale e gli acquisti on-line rappresenteranno il motore della crescita per il prossimo futuro. Ricordandoci e sottolineando che il cliente digitale è molto sensibile ai servizi ed alle attività dedicate. Un nuovo rapporto da consolidare.

In tal senso, per facilitare l’adozione di strategie digitali nel settore retail tradizionale sfruttando il canale “Mobile” e le potenzialità degli Smartphone come strumenti di interazione tra esercente e cliente prima, durante e dopo la fase di acquisto, RetAPPs ha sviluppato My-Stores, piattaforma tecnologica modulare. Con My-Stores si ha a disposizione uno strumento digitale efficace e semplice da utilizzare per continuare a vendere ai propri clienti di sempre, trovarne di nuovi e costruire un vero e proprio Centro Commerciale di Prossimità, insieme alle attività commerciali della zona.

“Insomma, un’iniziativa assolutamente innovativa, orientata alla digitalizzazione delle attività commerciali, che in Italia sono tantissime e che hanno un ruolo assolutamente basilare nella economia del nostro paese.”

 

Massimo Sacchi – CEO di RetAPPs

Condividi

Scrivici, sarai ricontattato quanto prima da un nostro incaricato